Fin dall’inizio della sua fondazione, la ricerca rappresenta parte integrante delle attività di R&I Genetics, sia con progetti «interni» sia in forma di collaborazioni con istituzioni pubbliche e soggetti privati.

Le principali aree di ricerca comprendono diversi progetti di ambito neuroscientifico, come lo studio dei processi neurodegenerativi e l’identificazione di nuovi biomarcatori precoci per il morbo di Parkinson. Le nostre collaborazioni si estendono tuttavia anche ad altri argomenti, tra cui l’invecchiamento e la genetica dell’obesità.

Le attività più recenti comprendono, tra l’altro, diversi studi di farmacogenetica, nei quali l’obbiettivo è quello di identificare pattern di varianti genetiche correlate con la diveersa risposta individuale ai farmaci.

Ricerca

Alcuni esempi di progetti ai quali partecipiamo

  • Progetto MIUR «Patologie immuno-infiammatorie del sistema nervoso: aspetti pato-fisiologici e sviluppo diagnostico e terapeutico
  • Genetics of Healthy Ageing (GEHA; Sixth Framework Programme, Life Sciences, Genomics and Biotechnology for Health)
  • Studio trascrizionale tramite DNA microarray in un modello murino di sclerosi laterale amiotrofica (in collaborazione con l’Università di Bologna)
  • Identificazione di nuovi marcatori farmacogenetici (Progetto BIOTECH, Regione Veneto)
  • Sviluppo di nuove tecnologie genomiche (Progetto BIOTECH, Regione Veneto)
  • Diversi studi in collaborazione con Hippocrates Pharmagenetics per l’identificazione di marker farmacogenetici da applicare a diverse condizioni, tra cui il morbo di Crohn e la psoriasi.
  • Progetto finanziato dalla Michael J. Fox Foundation for Parkinson Research (MJFF): «Trace amines as potential heraldic markers in Parkisnon’s disease», per la valutazione delle amine elusive come marcatori precoci di malattia